Storia

Il 22 maggio 2003 l'architetto di campi da golf Giorgio Ferraris convoca circa 30 persone legate al mondo del golf presso il neonato Golf Club San Vito in quel di Gaggiano (MI) di proprietà del sig. Alessandro Calvi.

Ad un unico tavolo lungo e stretto sono seduti giornalisti, fornitori, proprietari di campi da golf.

Il l'arch. Giorgio Ferraris spiega ai presenti che lo scopo della riunione è di porre le basi per una eventuale associazione che riunisca i proprietari di campi da golf italiani, facendo propria l'idea dell'amico Bill Amick (anche lui architetto di campi da golf) e a seguito dell'esempio dato dal consorzio internazionale NGCOA.

Inizia una lunghissima giornata di scambio di opinioni e confronti.
La prima giornata termina con la promessa di incontrarsi a breve e il 5 luglio 2003 la riunione si ripete presso il Golf Club San Valentino di Castellarano ( a fare gli onori di casa il sig. Riccardo Giannini); i presenti non sono numerosi come la prima occasione, ma il confronto tra i partecipanti non manca.

In attesa della successiva riunione di settembre il sig. Luciano Roccia contatta il sig. Alberto Schellino al quale chiede di chiamare i percorsi di golf in tutta Italia per capire quanti sono i campi gestiti da imprenditori/proprietari.

Il giorno dell'incontro presso il Golf Club I Girasoli (settembre) sono presenti 35 persone.
Le premesse alla riunione sono confortanti: sul territorio nazionale sono 75 i percorsi di golf gestiti a fini di lucro (da imprenditori/proprietari), è dunque possibile pensare di costituire l'associazione proprietari di campi da golf con un "potenziale" di 75 percorsi.

In questa riunione il sig. Guido Viale era accompagnato dal suo consulente fiscale, il rag. Alfredo Poletti, al quale viene chiesto di stendere una bozza di statuto da discutere alla prossima riunione.
Con telefonate ed e-mail a tutti i partecipanti alle riunioni precedenti si precisa che l'incontro successivo, presso il Golf Club Cavaglià, sarebbe stato riservato ai soli proprietari di campi da golf.

Il rag. Poletti si presenta all'incontro con una bozza di statuto consortile. La bozza viene discussa dai presenti e adeguatamente ritoccata.

Nello stesso mese di ottobre viene indetta una riunione presso il percorso del Golf Club Ambrosiano ( grazie alla disponibilità del sig. Andrea Franzi De Luca).

In questa occasione sono presenti 16 proprietari di golf i quali lavorano sulla bozza di statuto definendo i punti che regolamenteranno l'attività consortile e stabiliscono la data per la nascita di Golfimpresa ( nome concordato in occasione dell'incontro).

Il 17 dicembre 2003 ad Asti la costituzione ufficiale del consorzio da parte dei 10 membri fondatori: Cavaglià, Golfindoor, Druento, I Girasoli, San Vito, San Valentino, Panorama Golf, Frassanelle, Il Golfino, Grugliasco…attraverso le rispettive società proprietarie. Nel primo consiglio direttivo tenutosi l'8 gennaio 2004 a Bergamo viene eletto presidente Ivan Rota. Ad ottobre 2005 grazie al contatto di Giancarlo Ercolin il Consorzio entra a far parte di EGCOA (European Golf Course Owner Association) come quinta nazione dopo le 4 fondatrici Olanda, Germania, Danimarca, Francia.

Dopo 5 anni di attività con il nome Golfimpresa il Consorzio Italiano Proprietari di Campi da Golf con l'assemblea del 21 novembre 2008 cambia rotta e decide di apportare opportune modifiche allo statuto per poter far aderire al consorzio anche le società senza fine di lucro inoltre il consorzio cambia logo diventando EGCOA Italy, la filiale Italiana dell'associazione Europea. Nel dicembre del 2008 viene eletto presidente Alberto Schellino. Il 16 marzo 2009 a Milano l'assemblea straordinaria del consorzio approva le modifiche allo statuto. Il consorzio diventa così aperto a tutti gli impianti che operano nel golf.

Il 19 aprile 2010 in occasione del consiglio direttivo durante la Pro-week di Margara alle dimissione di Alberto Schellino è stato eletto presidente il dr. Alberto Sciatti già consigliere direttivo.

Il 23 Novembre 2015 in occasione del consiglio direttivo al Golf Club Le Robinie viene eletto Presidente il Sig. Giuliano Bagnoli.